Source files of fsfe.org, pdfreaders.org, freeyourandroid.org, ilovefs.org, drm.info, and test.fsfe.org. Contribute: https://fsfe.org/contribute/web/ https://fsfe.org
You can not select more than 25 topics Topics must start with a letter or number, can include dashes ('-') and can be up to 35 characters long.
 
 
 
 
 
 

69 lines
5.7 KiB

<?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?>
<html newsdate="2021-03-18">
<version>1</version>
<head>
<meta name="description" content="Da Uri a Berna: Denaro pubblico codice pubblico" />
<meta name="keywords" content="fsfe caluma bern uri public money public code denaro pubblico codice pubblico free software administration amministrazione software libero" />
<title>Da Uri a Berna: il Software Libero rivoluzionerà il mondo</title>
</head>
<body>
<h1>Da Uri a Berna: il Software Libero rivoluzionerà il mondo</h1>
<p>Sempre più amministrazioni stanno seguendo il principio "Denaro pubblico? Codice pubblico!" e stanno cambiando verso il Software Libero.
In Svizzera, il Software Libero "Caluma" è utilizzato con molto successo da diversi anni per gestire l'amministrazione di bandi edilizi.</p>
<p>Il cantone di Uri ha solamente 36'500 abitanti ed è probabilmente maggiormente conosciuto per il passo del San Gottardo. Ma negli ultimi anni, il cantone è anche divenuto sempre più noto per l'utilizzo del Software Libero nell'amministrazione. Per anni, il piccolo cantone ha man mano aumentato l'uso del Software Libero ed è stato capace di convincere altri cantoni a passare al Software Libero dimostrando con successo il suo utilizzo. Il cantone di Berna è uno di questi cantoni.</p>
<figure>
<img src="https://pics.fsfe.org/uploads/medium/b15c3434994d312e4968814b92cc3233.png" alt="Stemmi dei cantoni di Uri e Berna"/>
<figcaption>Stemmi dei cantoni di Uri e Berna</figcaption>
</figure>
<p>Insieme a Paul Walker del cantone di Uri, Bruno Mohr del cantone di Berna e Christian Zosel (il fornitore del software),
parliamo dello strumento e dell'importanza del Software Libero per una moderna amministrazione.</p>
<video preload="none" controls="controls" width="100%">
<source src="https://download.fsfe.org/videos/pmpc/20210315-caluma.mp4"
type='video/mp4; codecs="avc1.42E01E, mp4a.40.2"' />
</video>
<p>Video (in tedesco)</p>
<p>Le <a href="/freesoftware/index.html">quattro libertà</a> – di utilizzare il software per ogni scopo senza restrizioni, di condividerlo liberamente, la trasparenza di poter analizzare il codice, e la possibilità di adattare in ogni momento il software per le proprie esigenze e di condividere queste modifiche – sono di enorme importanza per le amministrazioni.</p>
<blockquote>«La libertà di sviluppare dove è necessario: per fare questo c'è per forza bisogno di software aperto» (Paul Walker)</blockquote>
<p>Abbiamo visto recentemente nel <a href="/news/2020/news-20200402-02.html">dibattito sulle App di tracciamento del coronavirus</a>
che la trasparenza crea fiducia. I cittadini possono quindi essere sicuri che i loro dati personali, ad esempio, siano gestiti correttamente. In aggiunta, la cooperazione con le altre amministrazioni può ridurre i costi e quindi le tasse dei contribuenti nel medio-lungo termine. L'utilizzo del Software Libero apre completamente a nuove possibilità di cooperazione per le amministrazioni. Il principio di "sviluppa una volta, usalo per tante" è un punto di svolta dal continuo acquisto di licenze per prodotti che non soddisfano i requisiti di una moderna amministrazione, ma soddisfano piuttosto quelli del modello commerciale del fornitore. Questo è particolarmente allettante per le piccole amministrazioni. Le libertà del Software Libero permettono anche un'ampia padronanza del controllo digitale attraverso l'indipendenza dai singoli fornitori.</p>
<p>Questo modello vale anche per le aziende: è più semplice trovare dipendenti, e quindi ci sono vantaggi nel mercato del lavoro. E data la pressione di innovarsi continuamente per non essere soverchiati dai concorrenti, i prodotti rimangono sempre al passo con i cambiamenti del momento e i bisogni degli utenti, che rende possibile mantenere i clienti e trovarne di nuovi.</p>
<p>Non deve quindi sorprendere che il cantone di Uri è stato in grado di convincere velocemente altri cantoni ad utilizzare il Software Libero. Bruno Mohr
del cantone di Berna, ad esempio, è stato subito ispirato: «Paul Walker ci ha veramente entusiasmato e, quando lo abbiamo saputo, ci siamo detti: questo è esattamente quello che vogliamo!». E le argomentazioni di Paul Walker sono state tanto convincenti quanto semplici: «Ne sono convinto: l'Open Source rivoluzionerà il mondo, e quanto prima i cantoni realizzeranno che questa è la strada migliore da seguire, tanto meglio sarà per questi cantoni».</p>
<p>L'esempio dei cantoni di Uri e Berna ci mostra che tutti possono beneficiare dal principio di "Denaro pubblico? Codice pubblico": i cittadini, l'amministrazione ma anche l'economia. Chiediamo quindi che il software sviluppato con denaro pubblico debba essere pubblicato con una licenza di Software Libero. Se è denaro pubblico, il codice dovrebbe essere ugualmente pubblico. Puoi sostenere questa richiesta <a href="https://publiccode.eu/">partecipando alla nostra campagna</a>,
<a href="/activities/publiccode/brochure">distribuendo la nostra brochure</a> e convincendo la
<a href="https://wiki.fsfe.org/Activities/ContactingAdministrationsForPMPC">tua amministrazione locale</a> ad utilizzare il Software Libero.</p>
</body>
<tags>
<tag key="front-page"/>
<tag key="pmpc">Denaro pubblico? Codice pubblico!</tag>
<tag key="procurement">Appalti pubblici</tag>
<tag key="public-administration">Pubblica amministrazione</tag>
</tags>
<discussion href="https://community.fsfe.org/t/631"/>
<image url="https://pics.fsfe.org/uploads/medium/b15c3434994d312e4968814b92cc3233.png"/>
</html>