Source files of fsfe.org, pdfreaders.org, freeyourandroid.org, ilovefs.org, drm.info, and test.fsfe.org. Contribute: https://fsfe.org/contribute/web/ https://fsfe.org
You can not select more than 25 topics Topics must start with a letter or number, can include dashes ('-') and can be up to 35 characters long.
 
 
 
 
 
 

82 lines
4.5 KiB

<?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?>
<html newsdate="2018-02-19">
<version>1</version>
<head>
<title>FSFE Italia chiede la posizione dei partiti in merito al Software Libero</title>
</head>
<body>
<h1>FSFE Italia chiede la posizione dei partiti in merito al Software Libero</h1>
<p>Alla luce delle prossime elezioni che si terranno in Italia
il prossimo 4 marzo, il team italiano della FSFE ha inviato una serie di domande
ai vari partiti e candidati con l'intento di stimolarli ad esprimere le loro posizioni relativamente al ruolo
del Software Libero nella pubblica amministrazione e nel mondo dell'educazione. Pubblicheremo
e analizzeremo le loro risposte una volta che le avremo ricevute.</p>
<div class="captioned right" style="margin: 2em">
<img src="/graphics/ballot-box.png" alt="Ballot box" />
</div>
<p>Noi della Free Software Foundation Europe crediamo di avere la possibilità
e il dovere di proporre il Software Libero e gli Standard aperti come argomenti di
dibattito in tutte le tornate elettorali, siano esse a livello europeo, nazionale,
regionale o locale. Questo è il motivo per cui la FSFE usa il periodo della campagna
elettorale per chiedere ai politici quali siano le loro posizioni relativamente al
Software Libero e agli standard aperti per mezzo del nostro <a href="/activities/elections/askyourcandidates/askyourcandidates">Ask Your Candidates framework</a>. </p>
<p>Recentemente il team italiano della FSFE ha inviato una serie di domande ai partiti
che sono in lista alle prossime elezioni politiche che si terranno il 4 marzo. Ai candidati
viene chiesto quali siano le loro posizioni circa l'utilizzo del Software Libero e degli standard
aperti all'interno delle pubbliche amministrazioni e qual è la loro disponibilità nel sostituire
i formati proprietari. Altre domande riguardano l'uso del Software Libero nella scuola
pubblica e quali sono le loro posizioni relative agli articoli 68 e 69 del "Codice dell'Amministrazione Digitale"
così come le loro opinioni sulla net neutrality. Pubblicheremo e analizzeremo le loro risposte una volta che le avremo ricevute.</p>
<p><blockquote>"Con questa campagna vorremo ricordare ai politici italiani
qual è l'importanza del Software Libero e ricordare che l'applicazione degli
articoli 68 e 69 del Codice dell'Amministrazione Digitale è un obbligo per le
amministrazioni pubbliche" dice Natale Vinto, coordinatore della FSFE in
Italia. "Allo stesso tempo vogliamo dare la possibilità di conoscere agli elettori italiani
quali sono le idee che i vari candidati hanno relativamente al
Software Libero".</blockquote></p>
<p>Scenario: in Italia gli articoli 68 e 69 del "Codice dell'Amministrazione Digitale"
impongono alle amministrazioni pubbliche l'adozione in via preferenziale di soluzioni software
sviluppate internamente e la scelta di Software Libero al posto di soluzioni proprietarie.
Inoltre le amministrazioni hanno il dovere di condividere il codice sorgente e la documentazione
dei software sviluppati utilizzando denaro pubblico. Sfortunatamente queste prescrizioni non
sono ancora state pienamente recepite e non vengono messe in pratica in numerosi casi.</p>
<p>Queste sono le domande che sono state inviate ai maggiori partiti in corsa per le elezioni:</p>
<blockquote>
<ol>
<li>Qual è la Sua posizione sull‘impiego del Software Libero e Open Source all‘interno della Pubblica
Amministrazione?</li>
<li>È favorevole a rendere obbligatorio nella Pubblica Amministrazione l'uso di formati digitali aperti al
posto di formati proprietari?</li>
<li>È favorevole all'introduzione all'interno dei programmi scolastici ed universitari di quegli elementi che
caratterizzano la diffusione e lo sviluppo di soluzioni aperte attraverso l'uso di Software Libero e Open
source?</li>
<li>Come si pone rispetto al Codice Amministrazione Digitale (in particolare Art. 68 e 69. Riuso delle
soluzioni e standard aperti) e in caso favorevole modificherebbe qualcosa?</li>
<li>Qual è la Sua posizione o quella del Suo partito sul tema della Net-Neutrality?</li>
</ol>
</blockquote>
</body>
<tags>
<tag key="ayc">Ask your Candidates</tag>
<tag key="pmpc">Public Code</tag>
<tag key="openstandards">Standard aperti</tag>
<tag key="public-administration">Public Administration</tag>
<tag key="it">Italia</tag>
<tag key="front-page"/>
</tags>
<author id="albers"/>
</html>