Source files of fsfe.org, pdfreaders.org, freeyourandroid.org, ilovefs.org, drm.info, and test.fsfe.org. Contribute: https://fsfe.org/contribute/web/ https://fsfe.org
You can not select more than 25 topics Topics must start with a letter or number, can include dashes ('-') and can be up to 35 characters long.
 
 
 
 
 
 

173 lines
7.7 KiB

<?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?>
<html>
<version>1</version>
<head>
<title>PDFreaders - Software Libero per leggere PDF</title>
</head>
<body class="article" microformats="h-entry">
<h1 class="p-name">Software Libero per leggere PDF</h1>
<div class="captioned right" style="max-width: 650px; width: 53%">
<a href="/activities/pdfreaders/highway.png">
<img src="/activities/pdfreaders/highway.png" alt="highway" width="100%"/>
</a>
</div>
<div class="e-content">
</div>
<div class="p-summary">
<p>Cosa penseresti di un cartello stradale su cui è scritto “Hai
bisogno di una Toyota per percorrere questa strada. Contatta
la tua concessionaria Toyota per un giro gratuito -- Il tuo Governo”?
Molte pubbliche amministrazioni fanno questo ogni giorno
quando si parla di software per aprire i file PDF.</p>
</div>
<p>Con la campagna pdfreaders.org abbiamo puntato i riflettori su
organizzazioni governative che si comportano in questo modo, mettendo
in evidenza quanto spesso siano presenti queste pubblicità a software
non libero. Con l'aiuto di attivisti in tutta Europa,
<a href="/activities/pdfreaders/follow-up.html">abbiamo contattato</a>
queste istituzioni spiegando loro come migliorare il loro sito
web in modo che rispettino la nostra libertà.</p>
<h2>Perché dovrebbe interessarci?</h2>
<p>Perfino quando un certo software è distribuito gratuitamente,
l'azienda che vi è dietro può ottenere un guadagno economico:
promuovere quel software significa privilegiare una specifica
azienda. Gli enti pubblici non dovrebbero promuovere alcuna azienda privata,
dovrebbero invece promuovere parità e libertà di scelta nel mercato del
software. Questo è il motivo per cui la FSFE ed i suoi
volontari sono intervenuti per risolvere il problema.</p>
<p>Questa campagna era basata su tre principi cardine che sosteniamo
alla FSFE:</p>
<ul>
<li>Neutralità - Le istituzioni pubbliche non dovrebbero impegnarsi
nella pubblicità</li>
<li>Libertà - Le istituzioni pubbliche non dovrebbero chiedere ai
cittadini di usare software non libero</li>
<li><a href="/freesoftware/standards/def.html">Standard Aperti</a> - Le
versioni di formati PDF che sono Standard Aperti possono essere
implementate da tutti i lettori PDF</li>
</ul>
<h2>Cos'è già stato ottenuto?</h2>
<div class="captioned left">
<a href="/activities/pdfreaders/finanzBrandenburg.png">
<img src="/activities/pdfreaders/finanzBrandenburg_p.png" alt="Finance ministry Brandenburg"/></a>
<footer>
<p>Esempio di pubblicità dalla Germania</p>
</footer>
</div>
<p>Ogni giorno, istituzioni pubbliche pubblicizzano software non
libero sui loro siti web. Con l'aiuto dei nostri Fellows e di
centinaia di altri attivisti del Software Libero abbiamo raccolto
<a href="/activities/pdfreaders/buglist.html">2104
segnalazioni di bug</a> nel corso di un mese per ogni paese in
Europa, e anche da 9 paesi fuori dell'Europa.</p>
<p>Successivamente, la FSFE ed i suoi volontari hanno mandato delle lettere a
tutte le amministrazioni pubbliche sulla nostra lista chiedendo loro
o di rimuovere la loro pubblicità per software proprietario, o di
pubblicizzare in ugual modo il Software Libero, affinché l'utente
dei loro siti web comprenda che ha una scelta. In risposta, abbiamo
ricevuto notevoli riscontri positivi dalle istituzioni che ci hanno
ringraziato per la nostra lettera.</p>
<p>Diversi anni, e migliaia di lettere dopo, la FSFE ha terminato
la campagna. Grazie a tutti gli attivisti impegnati nel Software Libero
che hanno aiutato a contattare le istituzioni, possiamo orgogliosamente
annunciare che siamo stati in grado di rimuovere pubblicità dei
lettori di PDF proprietari in 1125 siti web delle 2104
pubbliche amministrazioni (53%).</p>
<div class="captioned right">
<a href="/activities/pdfreaders/BrandenburgResolved.png">
<img src="/activities/pdfreaders/BrandenburgResolved_p.png" alt="resolved"/></a>
<footer>
<p>Lo stesso sito web dopo la loro correzione</p>
</footer>
</div>
<p>Inoltre, siamo stati capaci di far pressione per un cambiamento sia
a livello nazionale che internazionale.</p>
<ul>
<li>In Germania, i <a href="http://gruen-digital.de/2012/03/document-freedom-day-kleine-anfrage-zur-werbung-fuer-adobe-reader-eingereicht/">partiti
nazionali</a> hanno espresso dichiarazioni favorevoli ai lettori
PDF liberi ed il Governo Tedesco ha raccomandato l'utilizzo del
nostro frammento di testo nella loro <a href="http://www.cio.bund.de/Web/DE/Architekturen-und-Standards/Migrationsleitfaden-und-Migrationshilfen/migrationsleitfaden_node.html">guida
di migrazione</a>. Il coordinatore della Germania della FSFE, Max Mehl, <a href="http://blog.mehl.mx/2015/german-government-wants-authorities-to-advertise-pdfreaders/">ne parla</a>
più approfonditamente nel suo blog.</li>
<li>Nella UE: Il Parlamento Europeo ha <a href="/activities/pdfreaders/parliamentary-questions-eu.html">esplicitamente
chiesto</a> alla Commissione Europea quali fossero le ragioni
per pubblicizzare un software specifico e quali fossero i passi
da seguire per risolvere questo problema.</li>
<li>Nel 2011 uno dei nostri coordinatori di pdfreaders.org, <a href="https://blogs.fsfe.org/polina/2015/09/10/free-pdf-reader-for-the-web-browser/">
Hannes Hauswedell, contattò Google</a>, chiedendo loro di
rilasciare il lettore PDF incluso nel loro browser Chrome come
Software Libero.
Finalmente, nel Maggio 2014 i <a href="https://twitter.com/nasko/status/469595752734269440"> sorgenti
di pdfium furono pubblicati apertamente</a>, e mentre la domanda
della FSFE potrebbe non essere stata l'unica ragione per cui
sia stato rilasciato, esso ha segnato un importante svolta per
l'adozione su vasta scala di Software Libero per leggere PDF.</li>
</ul>
<p>Oltre a contattare le istituzioni pubbliche per risolvere
il problema, la FSFE ha anche raccolto firme da 90 organizzazioni,
63 aziende, e 2731 persone che chiedevano pari accesso a
Software Libero per leggere PDF. Tale ampio appoggio dimostra anche la
popolarità complessiva della campagna.</p>
<h2>E adesso?</h2>
<p>Il movimento del Software Libero è, soprattutto, supportato dalla
sua comunità; abbiamo anche bisogno del vostro aiuto per continuare a
promuovere i lettori PDF liberi, ed insieme potremmo fare la differenza
per il futuro del Software Libero!
Vi incoraggiamo a continuare ad <a href="/activities/pdfreaders/letter.html">usare
il nostro modello di lettera ed inviare lettere</a> o e-mail agli enti
pubblici che stanno ancora pubblicizzando software proprietario e
standard chiusi. Abbiamo anche un collegamento per suggerimenti
su <a href="/activities/pdfreaders/follow-up.html">come
continuare a parlare con le principali istituzioni</a>. Questa è un’ottima
(e semplice) attività per un gruppo locale di Software Libero
per diffondere la cultura del Software Libero nella Pubblica
Amministrazione.</p>
</body>
<sidebar GoingFurther="pdfreaders" promo="about-fsfe">
<h3>Altro sui lettori PDF</h3>
<ul>
<li><a href="/activities/pdfreaders/follow-up.html">Come contattare le istituzioni</a></li>
<li><a href="/activities/pdfreaders/buglist.html">Elenco di istituzioni segnalate</a></li>
<li><a href="/activities/pdfreaders/petition.html">La petizione</a></li>
<li><a href="/activities/pdfreaders/letter.html">Modello di lettera</a></li>
<li><a href="http://www.pdfreaders.org">Elenco dei lettori PDF Software Libero</a></li>
</ul>
</sidebar>
<followup>subscribe-nl</followup>
<tags>
</tags>
<translator>Tarin Gamberini</translator>
</html>