AGNULA: un "ecosistema vitale" per sviluppatori e utenti di software libero multimediale

"Per le grandi case di produzione musicale sarebbe veramente interessante poter adattare il proprio software audio a seconda delle proprie esigenze.

Attualmente, infatti, se hanno bisogno di cambiare qualcosa devono prima fare richiesta al loro sviluppatore, il che costa sia denaro che tempo", dice Michael Spiess, ingegnere del suono della città basso bavarese di Babensham.

"Per la piccola band di quartiere la libertà di usare il software per qualsiasi sua necessità sarebbe indubbiamente un vantaggio. C'è molto software per Windows ma anche molta immondizia. Le applicazioni professionali girano su GNU/Linux e su Apple. I musicisti dilettanti in particolare sono spesso obbligati ad improvvisare. I sistemi tradizionali non lo permettono".

"Creare una licenza artistica con la tecnologia Free Software" potrebbe essere il motto di AGNULA (A GNU/Linux Audio distribution - www.agnula.org): all'interno del progetto, di portata Europea, sono state sviluppate due distribuzioni GNU/Linux per Debian e Red Hat specificamante destinate a musicisti professionali e autori multimediali.

"AGNULA costituisce un fantastico ambiente per i musicisti", afferma il capo del progetto Nicola Bernardini. Le applicazioni disponibili includono un sintetizzatore e un'interfaccia grafica per "CSound" un programma (libero) per il suono scritto in C.

Il responsabile tecnico Andrea Glorioso vede AGNULA come un ecosistema di sviluppatori ed utenti: "abbiamo bisogno dell'esperienza degli utenti per individuare gli eventuali problemi del sistema, perciò è di grande importanza convincere gli sviluppatori e gli utenti dei grandi vantaggi che offre il Software Libero. Quanta più gente partecipa all'ecosistema tanto più velocemente il sistema potrà svilupparsi. Per questa ragione AGNULA ha bisogno di raggiungere la massa critica di sviluppatori ed utenti prima possibile".

AGNULA vuole anche essere un esempio dal punto di vista legale per altri progetti di Software Libero: per Georg Greve, presidente della Free Software Foundation Europe (FSFE) è particolarmente importante evitare contaminazioni della raccolta di Software Libero di AGNULA da parte di "software proprietario". Secondo Greve "questo rappresenta un 'marchio di garanzia di libertà' per gli utenti, che con AGNULA avrebbero la garanzia di avere sempre la massima libertà".

Le seguenti istituzioni hanno partecipato al progetto (04/01/2002 - 04/01/2004):

$Date$ $Author$