Browse Source

2nd batch of Italians translation for activity summary

pull/1677/head
Luca Bonissi 1 year ago
parent
commit
c008e5cab3
  1. 12
      activities/elections/activity.it.xml
  2. 23
      activities/eucd/activity.it.xml
  3. 25
      activities/eura-slovakia/activity.it.xml
  4. 20
      activities/fla/activity.it.xml
  5. 21
      activities/fp6/activity.it.xml
  6. 20
      activities/fp7/activity.it.xml
  7. 20
      activities/gbn/activity.it.xml
  8. 8
      activities/gplv3/activity.it.xml
  9. 21
      activities/igf/activity.it.xml
  10. 4
      activities/ilovefs/activity.it.xml
  11. 4
      activities/ipred2/activity.it.xml

12
activities/elections/activity.it.xml

@ -7,13 +7,13 @@
<title>Elezioni</title>
<description>
Quale momento migliore per chiedere ai politici quali sono le loro
posizioni sul Software Libero e sugli Standard Aperti che durante una
posizioni sul Software Libero e sugli Standard Aperti se non durante una
campagna elettorale? Crediamo che sia possibile e utile discutere in pubblico
anche di questi argomenti con i futuri governanti: che siano europee, politiche,
regionali o semplici amministrative. Il modo migliore in cui fare questo dipende dal sistema elettorale e dalla cultura di ogni paese,
proponiamo con diverse strategie e strumenti che abbiamo già utilizzato: Chiedi ai
tuoi candidati una serie di domande preparate in anticipo, il Digital-O-Mat, la
piattaforma online Freedomvote e la verifica delle promesse elettorali con Let's Promise.
anche di questi argomenti in tutti i tipi di elezioni, che siano europee, politiche,
regionali o semplici amministrative. A seconda del sistema elettorale e della cultura di ogni paese,
proponiamo diverse strategie e strumenti che abbiamo già utilizzato: Chiedi ai
tuoi candidati una serie di domande preparate in anticipo, lo strumento online Digital-O-Mat, la
piattaforma online Freedomvote, e la verifica delle promesse elettorali con Let's Promise.
</description>
<link href="/activities/elections/index.html" />
<image url="/graphics/logos/elections.png" />

23
activities/eucd/activity.it.xml

@ -0,0 +1,23 @@
<?xml version="1.0" encoding="UTF-8" ?>
<activityset>
<version>1</version>
<activity id="eucd" date="2003-01-02" status="finished">
<title>EUCD - Le estensioni sul copyright che provocano danno</title>
<description>
La Direttiva sul Copyright dell'Unione Europea (European Copyright Directive - EUCD) è stata
l'equivalente europeo dell'americano Digital Millennium Copyright Act (DMCA).
Queste leggi non solo conducono alla creazione di monopoli e
cartelli, ma introducono anche seri impedimenti al diritto di parola e
la libertà di stampa, dal momento che danno la possibilità di una censura digitale.
La FSFE è stata attivamente coinvolta nel resistere contro una
legislazione così avversa.
</description>
<link href="/activities/eucd/eucd.html" />
<order priority="1" />
<tags>
<tag key="policy" />
</tags>
</activity>
</activityset>

25
activities/eura-slovakia/activity.it.xml

@ -0,0 +1,25 @@
<?xml version="1.0" encoding="UTF-8" ?>
<activityset>
<version>1</version>
<activity id="eura-slovakia" date="2012-05-09" status="finished">
<title>Il caso EURA Slovakia</title>
<description>
L'azienda slovacca EURA Slovakia è stata multata di 5600 EURO
perché non ha comprato e usato il sistema operativo Microsoft Windows
per inviare i resoconti delle tasse in formato elettronico. L'equivalente della
Agenzia delle Entrate slovacca ha messo EURA di fronte a due sole opzioni: comprare
e usare Microsoft Windows o pagare la multa. La FSFE ha dato il proprio supporto
in questo caso per difendere una soluzione che, in casi come questo, fosse invece neutra dal punto di vista
della piattaforma. Sfortunatamente, la corte ha deciso contro il Software
Libero e gli Standard Aperti, ma abbiamo potuto sensibilizzare
su queste ingiustizie in Slovacchia e altrove.
</description>
<link href="/activities/eura-slovakia/eura-slovakia.html" />
<order priority="1" />
<tags>
<tag key="legal" />
</tags>
</activity>
</activityset>

20
activities/fla/activity.it.xml

@ -0,0 +1,20 @@
<?xml version="1.0" encoding="UTF-8" ?>
<activityset>
<version>1</version>
<activity id="fla" date="2017-06-01" status="active">
<title>Programma Fiduciario</title>
<description>
Il Fiduciary License Agreement (FLA) permette di assegnare e consolidare il diritto d'autore ad una fiduciaria nominata, per l'effettiva gestione del proprio copyright da parte di questa fiduciaria. Ciò permette agli sviluppatori di concentrarsi nel creare delle eccellenti applicazioni, anziché spendere il loro tempo nella gestione delle questioni legali. Benché la FSFE non accetti più nuovi progetti nel Programma Fiduciario, continua ad offrire versioni personalizzate del Fiduciary License Agreement (FLA) per l'utilizzo in proprio.
</description>
<link href="/activities/fla/fiduciary.html" />
<image url="/graphics/logos/fla.png" />
<order priority="6" highlight="no" />
<tags>
<tag key="legal" />
</tags>
</activity>
</activityset>

21
activities/fp6/activity.it.xml

@ -0,0 +1,21 @@
<?xml version="1.0" encoding="UTF-8" ?>
<activityset>
<version>2</version>
<activity id="fp6" date="2003-02-13" status="finished">
<title>Sesto Framework Programme della CE (FP6)</title>
<description>
I finanziamenti sulla ricerca &amp; sviluppo della Commissione Europea
sono solitamente presenti all'interno dei "framework programmes" (FPs). Durano
quattro anni e FP6 è partito ufficialmente il 17 dicembre
2002. La FSFE ha cercato di aiutare nell'FP6 con attività legate al
Software Libero.
</description>
<link href="/activities/fp6/fp6.html" />
<order priority="1" />
<tags>
<tag key="policy" />
</tags>
</activity>
</activityset>

20
activities/fp7/activity.it.xml

@ -0,0 +1,20 @@
<?xml version="1.0" encoding="UTF-8" ?>
<activityset>
<version>2</version>
<activity id="fp7" date="2007-04-05" status="finished">
<title>Settimo Framework Programme della CE (FP7)</title>
<description>
La Commissione Europea finanzia ricerca e sviluppo attraverso framework
programmes ufficiali (FP in breve). Dal 2007 questi framework
programmes sono stati usati per selezionare i progetti a cui fornire supporto fino al 2013. La FSFE
ha giocato un ruolo centrale nel sostenere progetti inerenti il Software Libero.
</description>
<link href="/activities/fp7/fp7.html" />
<order priority="1" />
<tags>
<tag key="policy" />
</tags>
</activity>
</activityset>

20
activities/gbn/activity.it.xml

@ -0,0 +1,20 @@
<?xml version="1.0" encoding="UTF-8" ?>
<activityset>
<version>2</version>
<activity id="gbn" date="2003-02-01" status="finished">
<title>GNU Business Network</title>
<description>
La GNU Business Network ha voluto collegare tutte le aziende,
gli sviluppatori e gli utenti che orbitavano intorno al Software Libero in modo che
fossero incoraggiate le potenziali sinergie e diventassero possibili
decisioni consapevoli.
</description>
<link href="/activities/gbn/index.html" />
<order priority="1" />
<tags>
<tag key="awareness" />
</tags>
</activity>
</activityset>

8
activities/gplv3/activity.it.xml

@ -8,10 +8,10 @@
<description>
Il 29 giugno 2007 il rilascio della versione 3 della GNU General Public License (GPL)
ha segnato la fine di un processo di consultazione pubblica durato 18 mesi.
La Free Software Foundation Europe ha preso parte a questo processo rafforzando l'
interesse dell'opinione pubblica a proposito della GPL, aiutando le persone a
partecipare al processo, diffondendo informazioni, organizzando conferenze per
cercando di rendere questo argomento accessibile a più persone possibili.
La Free Software Foundation Europe ha preso parte a questo processo rafforzando
l'interesse dell'opinione pubblica a proposito delle modifiche apportate alla GPL, aiutando le persone a
partecipare al processo, diffondendo informazioni sulle discussioni in corso per
cercare di rendere questo argomento accessibile a più persone possibili.
</description>
<link href="/activities/gplv3/gplv3.html" />
<order priority="1" />

21
activities/igf/activity.it.xml

@ -0,0 +1,21 @@
<?xml version="1.0" encoding="UTF-8" ?>
<activityset>
<version>2</version>
<activity id="igf" date="2006-10-30" status="finished">
<title>Internet Governance Forum (IGF)</title>
<description>
L'Internet Governance Forum (IGF) è un forum di discussione mondiale
dell'Organizzazione delle Nazioni Unite, risultato dal World Summit dell'ONU
sulla Società dell'Informazione (World Summit on the Information Society - WSIS). La FSFE
ha seguito l'IGF per assicurarsi che i dibattiti non compromettessero la libertà
digitale in generale e il Software Libero in particolare.
</description>
<link href="/activities/igf/igf.html" />
<order priority="1" />
<tags>
<tag key="policy" />
</tags>
</activity>
</activityset>

4
activities/ilovefs/activity.it.xml

@ -6,11 +6,11 @@
<activity id="ilovefs" date="2010-02-14" status="active">
<title>Io ♥ il Software Libero</title>
<description>
Spesso dimentichiamo l'importanza di un semplice <strong>grazie
Spesso dimentichiamo l'importanza di un semplice <strong>GRAZIE
</strong>. Gli autori di Software Libero fanno un lavoro molto importante
per la nostra società e meritano la nostra riconoscenza. Partecipando a "Io ♥ il Software
Libero" il 14 febbraio (il giorno di San Valentino) possiamo
avere l'occasione di ringraziare queste persone che non vediamo mai.
avere l'occasione di esprimere la nostra gratitudine verso queste persone.
Celebriamo questa festa sin dal 2010, e i partecipanti sono
ogni anno sempre di più.
</description>

4
activities/ipred2/activity.it.xml

@ -1,7 +1,7 @@
<?xml version="1.0" encoding="UTF-8" ?>
<activityset>
<version>1</version>
<version>2</version>
<activity date="2005-09-16" status="finished">
<title>IPRED2</title>
@ -9,7 +9,7 @@
Una seconda direttiva sull'applicazione dei &quot;diritti di proprietà
intellettuale&quot; è stata proposta dalla Commissione Europea. Essa mira
a criminalizzare tutte le violazioni &quot;intenzionali, su scala commerciale&quot;
e a permettere ai detentori dei diritti di prendere parte ad indagini.
e a permettere ai detentori dei diritti di prendere parte alle indagini.
La FSFE vuole mostrare alle istituzioni europee come una tale legge incoraggia
gli abusi del sistema legislativo e ha effetti intimidatori anche sulle attività
legali.

Loading…
Cancel
Save